Che (teatro) fare?

incontro a cura di Kepler-452, Avanguardie 2030, Lorenzo Donati / Altre Velocità

Giovedì 22 novembre - h15 - Teatro delle Moline


Festival2030, dalle sue origini, lavora fianco a fianco con il gruppo Avanguardie2030, una falange di spettatori che ha deciso di intraprendere un’attività di direzione artistica partecipata entrando a far parte delle scelte alla base del festival stesso. Esperienze simili sono sorte in altri festival come Dominio Pubblico (Roma), Trasparenze (gruppo Konsulta di Modena) e Direction Under 30 (Teatro Sociale di Gualtieri). Insieme a loro da tempo cerchiamo di costruire una rete di relazioni e riflessioni sul senso del nostro operare all’interno del panorama teatrale Italiano. Dopo un primo ciclo di incontri in cui al centro del discorso vi è stata la condivisione delle pratiche di relazione con il pubblico messe in campo dai vari festival, arrivati a questo punto del nostro comune percorso, riteniamo ora fondamentale entrare nel merito di un elemento che, pur centrale, è rimasto ai margini delle conversazioni condotte fin qui: gli spettacoli, quale teatro si sia fatto e si debba fare.Il tentativo che vogliamo mettere in campo è quello di soffermarci su alcune riflessioni che sono alla base o forse a monte di ciò che stiamo facendo, ponendo al centro dell’incontro i due principali abitanti delle comunità che si creano attorno ai nostri festival: spettatori e artisti. Apparentemente portatori di due linguaggi differenti, vorremmo innescare un dialogo tra loro attraverso un caos fertile di interventi, spunti, riflessioni, provocazioni per tentare dirispondere a una domanda che ci sembra necessario non lasciare inevasa oggi: di che teatro abbiamo bisogno?

Ore 19.30 Aperitivo + KPLR452 Dj set

Durante l’aperitivo verranno proclamati i 7 finalisti del bando Radar, il dispositivo di progettazione creativa promosso da Emilia Romagna Teatro.